Semifinali avvincenti quelle andate in scena in Seconda Divisionequesto weekend, con la vittoria, sofferta e meritata dei Vipers Modena nella casa, inviolata sin qui, degli Skorpions Varese, e la conferma della supremazia stagionale dei Giaguari Torino, che vincono e convincono contro i Mastini Verona.
Partiamo da Varese, perché è stata questa la partita più combattuta e, probabilmente, quella dal risultato che più ha sorpreso. Sì, perché gli Skorpions quest’anno sono stati pressoché perfetti, una squadra compatta e solida, con un coaching staff preparato e guidato da un tecnico americano di assoluto spessore, una vera e propria ‘armata’ che ha affrontato ogni avversario senza paura e con un’autorità che ha impressionato più di un addetto ai lavori. I Vipers, dal canto loro, hanno iniziato la stagione con tutti i favori dei pronostici, forti di un roster ricco di talento e di un’organizzazione societaria degna della Prima Divisione. Poi qualche infortunio di troppo, un girone difficile e la sconfitta contro i Bengals Brescia nell’ultima giornata di regular season: tutto sembrava remare contro. Sembrava. Perché i Vipers hanno ritrovato proprio nei play off, ovvero al momento giusto, la propria vera identità, dimostrando che nel football niente è scontato. Contro Varese hanno combattuto come guerrieri, andando sotto nel punteggio nel primo quarto, recuperando e superando gli avversari nel secondo quarto, e resistendo alla rimonta dei varesini nella seconda metà della partita, per il 24 a 21 finale che parla da solo. Nel mezzo, lo shock per il malore a Giorgio Fonti, coach dei ricevitori degli Skorpions, portato via in ambulanza nel primo quarto di gioco, con la partita ferma e l’ansia per le sue condizioni, apparse sin da subito piuttosto preoccupanti. La stagione dei varesini è finita così, tra gli applausi (meritati) del pubblico presente sugli spalti di un rinato Stadio Ossola, la delusione per essersi fermati ad un passo dal sogno e il sollievo enorme di sapere che Giorgio era fuori pericolo. A lui vanno i migliori auguri della Fidaf per una pronta guarigione e rientro in sideline.
A Torino, gran partita tra Giaguari e Mastini Verona, e grande prova di carattere dei primi che approdano al Silver Bowl con una nuova consapevolezza dei propri (grandi) mezzi. Non era facile contro Verona, e lo si è capito sin dal primo quarto, con il parziale shock di 16 a 7 a favore degli ospiti che lasciava presagire ben altro finale. Nel secondo quarto, però, Torino ha alzato la testa e cominciato a macinare gioco, ergendo al contempo il proprio muro difensivo. Si va all’half time con un distacco di soli due punti a favore dei Mastini e la sensazione che l’aria sia cambiata. Così è stato, perché dal terzo quarto in poi, in campo i Giaguari hanno dominato in ogni reparto, magistralmente guidati dalla sideline dove il coaching staff ha orchestrato alla perfezione quella che, sino a questo momento, è stata forse la miglior prestazione stagionale del collettivo. I Mastini sono usciti comunque dal Primo Nebiolo a testa altissima, dopo un campionato giocato senza macchie e con una nuova consapevolezza del proprio valore.
Il XXVII Silver Bowl (Piacenza, 16 luglio) ha dunque le sue protagoniste, nel rispetto di quelli che erano i pronostici di inizio stagione e con la curiosa ‘profezia’ del primo Torneo e-sport organizzato dalla Fidaf in pieno lockdown, che aveva visto affrontarsi nella finalissima
(l’Italian e-Bowl) proprio Giaguari e Vipers! Il primo titolo ufficiale FIDAF nel mondo del gaming è andato ai torinesi…che succederà sul campo, più che reale, dello Stadio Garilli?? Scopriamolo insieme, il prossimo 16 luglio!
Biglietti in prevendita (e disponibili SOLO online):
ph credits: Vipers Modena

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here