VH-Team: Sconfitta a tavolino, ma la società annuncia il ricorso

0
390

La sentenza, amara, è arrivata ieri poco prima di pranzo: i Vipers-Hogs hanno perso a tavolino la partita, mai giocata, contro i Grizzlies Roma. Non solo: al danno sportivo si aggiunge quello economico, considerata la multa comminata dal Giudice Sportivo alla società modenese-reggiana, che non ci sta e annuncia il ricorso.

“Una stagione rovinata”, è questo il commento di dirigenti, allenatori, atleti e tifosi dei Vipers-Hogs dopo la pubblicazione della sentenza che ha deciso la sconfitta tavolino contro i Grizzlies Roma. Alla fine, come era facilmente pronosticabile, non ha vinto lo sport, quello giocato, ma l’amore incondizionato per i cavilli burocratici, l’applicazione pedissequa ed inflessibile di regolamenti che spesso mal si sposano con gli sport dilettantistici, qual è il nostro.

La sconfitta a tavolino implica una serie di conseguenze anche economiche che potrebbero avere drammatiche ripercussioni sul futuro di questo team e, per questo, la Dirigenza ha deciso di procedere con il ricorso e con la difesa di una posizione che, non accettata dal capo arbitro in campo, ci auguriamo venga attentamente rivalutata dal Giudice Sportivo. La partita contro i Grizzlies, in casa a Reggio Emilia, non ha in alcun modo rischiato di iniziare senza la presenza di un‘adeguata assistenza medica. La professionista in campo era un medico abilitato regolarmente all’esercizio della professione, l’ambulanza era al suo posto a bordo campo, giocatori e staff erano pronti al kick off. Certamente si è trattato di gestire un’emergenza dell’ultima ora ma i Vipers-Hogs sono riusciti per tempo ad assicurare il rispetto delle norme di sicurezza. Mai avrebbero pensato di ritrovarsi in una simile situazione per una telefonata non andata a buon fine o una delega arrivata via mail…ma dall’indirizzo “sbagliato”.

Il rispetto delle regole è un principio sacrosanto, ma ci sono situazioni che andrebbero valutate alla luce del buonsenso e con le conseguenze ben chiare a tutti, soprattutto a chi è chiamato a prendere le decisioni che contano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here